I giocattoli si rinnovano

Adobe Photoshop PDFIl mondo del giocattolo si evolve a grande velocità e la distribuzione commerciale dedica sempre più tempo alla ricerca di giochi “originali”, con cui stimolare capacità cognitive e manuali nei bambini, senza dimenticare la loro naturale creatività … si cammina quasi su un “filo da equilibrista“, per conciliare apprendimento, svago e divertimento.

Anche Gros Cidac entra, periodicamente, in quel percorso di ricerca e, con questo articolo, vogliamo condividere, con i lettori, le ragioni delle nostre scelte e delle proposte che presentiamo in area di vendita.

Il primo canone che ci ispira è la scelta dei materiali, un po’ perché cresce la nostra eco-sensibilità, un po’ perché, guardando alle necessità del riciclo, cerchiamo di proporre un buon numero di giocattoli che non contengano sostanze derivate dal petrolio. Tra queste, il legno rappresenta il materiale perfetto, soprattutto per i giochi dedicati ai più piccoli: è naturale, caldo, dura nel tempo e garantisce il rispetto per l’ambiente e la sicurezza dei bambini. Il legno, poi, prende forme che richiamano quasi naturalmente le nostre tradizioni, che stanno permeando diversi, moderni approcci alla pedagogia, e vengono trasmesse al bambino in un contesto ludico, fantastico e creativo.

I bimbi, com’è naturale, crescono, le attitudini e gli interessi cambiano e, con l’età, la categoria più interessante, tra i giochi, diventa quella dei giochi scientifici, dove si possono trovare i primi strumenti con cui osservare e ricostruire, in ambiente controllato e sicuro, i fenomeni naturali.giochi_3 National Geographic, per esempio, offre al bambino strumenti di osservazione, in versione pratica e semplificata (l’ingranditore, il binocolo e il microscopio), per una vista speciale sulle suggestioni del mondo che ci circonda.
La Clementoni, invece, dedica la nuova linea, scienza e gioco, ai bambini dai 6 anni in su, che possono osservare gli effetti dell’ottica e del magnetismo o le caratteristiche della chimica organica di foglie, fiori, conchiglie, fossili e insetti.

La famiglia dei giochi creativi comprende, invece, una serie di microatelier ispirati a tecniche “pre-artigianali” o “pre-artistiche“, con cui realizzare manufatti, da donare o con cui decorare i propri spazi. E’ molto interessante il contributo di 4M, con una serie particolare, dedicata al lavoro a maglia e al ricamo. Au Sycomore, invece,  propone altre suggestioni, con materiali e decori fatti di perline.

giochi_5Altro segmento sempre presente è quello dei giochi di società , sia per i bambini più piccoli – divertenti, semplici e veloci nel dipanarsi – sia per i più grandi, inclusi anche … gli adulti. Tra i classici, troviamo l’immortale monopoly, con una storia che affonda le sue radici addirittura negli anni ’30 del novecento. Citiamo in questo novero, i prodotti dell’Asterion, come Concept, la linea Dixit o Ticket to ride (in viaggio per l’Europa), giochi premiati in diversi saloni europei.

Dobbiamo anche citare i giochi legati alle costruzioni: Lego e Playmobil propongono, per diverse fasce di età, punti d’incontro ludici tra divertimento e rigore per i futuri progettisti, attuali “archistar” della fantasia.

Ci sono poi giocattoli che si avvicinano all’elettronica e alla tecnologia di più rapida evoluzione, con una strizzata d’occhio al glam del mondo dei grandi. Clementoni e Lisciani presentano, dopo il tab, la novità del call (cellulare educativo con possibilità di chiamare) e orologi che prendono, in qualche modo, spunto dall’Iwatch.

Per finire la nostra carrellata, torniamo al gusto classico: Bruder e Siku, con camion e macchinine, Sylvanian families, per le bambine, ed il mondo fantasmagorico dei peluche, in cui si “incarnano” amici che torneranno per anni nei ricordi dei piccoli, in un variopinto clan di animali realistici o di fantasia. Un ingresso innovativo è quello dei peluche termici“, da scaldare nel microonde prima di essere destinati all’abbraccio dei bimbi sul “sentiero del sonno“.

Buon divertimento a tutti e, ovviamente … Buon Natale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *