Lo pan ner – una festa della tradizione

pane di segale – “pane nero” (immagine Pixabay)

In corrispondenza del prossimo weekend (13 e 14 ottobre), più di 50 villaggi valdostani accenderanno i loro forni comunitari, per cuocere il pane nero tradizionale, celebrando così la festa de Lo Pan Ner.

La manifestazione non si limiterà alla preparazione dell’alimento; sono previste esposizioni, degustazioni e premiazioni dei prodotti migliori, con momenti divulgativi sulle tecniche e sugli ingredienti utilizzati.

Lo pan ner è un pane di segale e frumento, sottoposto a modesta lievitazione, che si conserva anche per mesi, dato sicuramente prezioso per le popolazioni che, in passato, vivevano lunghi isolamenti, a causa delle nevicate.

L’impasto del pane nero, può essere arricchito con elementi che regalano aromi e sapori intriganti, quali la frutta secca, le castagne o piante erbacee come il cumino (ricco di qualità curative, digestive e depurative).

La sua conservazione sposa la tradizione gastronomica con quella artigianale e gli “anelli di congiunzione” sono i ratelé (rastrelliere in legno per lo stoccaggio dei pani) e i taglieri (sempre di legno, magari intagliati con motivi caratteristici).

Il progetto “Lo pan ner”

La prima edizione della festa si è tenuta, nel 2015, in Valle d’Aosta, nell’ambito del raccordo transfrontaliero Alcotra – tra Italia

pane marchiato col logo del progetto “Lo pan ner” (immagine da lovevda.it)

e Svizzera – teso alla valorizzazione delle tradizioni comunitarie locali.

La preparazione del pane e i rituali collegati sono il prodromo e la scenografia di un progetto culturale, fatto di studi etnologici interessanti e momenti d’innegabile richiamo turistico.

La proposta si è estesa a comunità lombarde e del cantone elvetico dei Grigioni, creando una rete che, oggi, include anche il Piemonte, la Francia e la Slovenia.

Qualche curiosità

Il taglio del pane, veniva preceduto dall’apposizione di un segno della croce, con la lama del coltello, per buon augurio e ringraziamento.

Un tempo, si riteneva che fosse importante non posare mai i pani capovolti in tavola, per non mancare di rispetto a un alimento prezioso.

Qualità del pane nero

un cestino di pane nero (immagine Pixabay)

Il pane di segale è un’ottima e gustosa alternativa a quello bianco, tuttora più diffuso in Italia.

E’ un prodotto caratterizzato da alti contenuti di vitamine, sali minerali e amminoacidi come la lisina,

Meno calorico del pane di frumento e di basso indice glicemico, può essere consigliato ai diabetici, ma non ai celiaci (vista la quantità di glutine che contiene).

Non va assolutamente confuso col pane nero con carbone vegetale (dal colore ancora più scuro), che, in effetti, non beneficia realmente degli effetti di quella sostanza, utilizzata solo come colorante.

Il nostro ipermercatoGros Cidac – offre diversi prodotti di panificazione di segale, valorizzandone le qualità in un apposito comparto della panetteria … ve ne parleremo più diffusamente nel prossimo articolo.