Materiali ecocompatili in Cidac

Il mais base per il CPLA Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Particolare del mais, base per il CPLA – ph. di D. Dorfmeister by Pixabay

Parlare di materiali ecocompatibili in Cidac è un nuovo passo di crescita di sensibilità per l’ecologia.

Viviamo in un’epoca in cui il rispetto per l’ambiente è sinonimo di un passaggio cruciale verso un futuro sostenibile.

Alcuni utenti ci contattano per sollecitare cambiamenti dei materiali in vendita e dei contenitori, così abbiamo pensato di condividere una novità.

Tableware compostabili o biodegradabili

Iniziamo con qualche definizione: tableware è un termine inglese che indica contenitori e accessori destinati alla cucina e al servizio del cibo.

La canna da_zucchero base del Pulp Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Dettaglio della canna da zucchero, base del Pulp – ph. di C. Schenk by Pixabay

Biodegradabili sono le sostanze, organiche o di sintesi, in grado  di decomporsi in natura, grazie agli enzimi dei microrganismi, mentre compostabile è un materiale che, degradando naturalmente o con processi industriali, si trasforma in una sorta di terriccio – il “compost”, utilizzabile anche per concimare.

Il compostaggio ha il pregio di portare a compimento processi di biodegradabilità troppo lenti.

Jungle, nostro nuovo partner commerciale

L’azienda Jungle, basata nella provincia di Bergamo, è uno dei partner commerciali di Cidac per proposte biodegradabili e compostabili.

Lo scaffale di accessori cucina ecocompatibili in Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine dello scaffale di accessori cucina ecocompatibili in Cidac – ph. di E. Bredy

In area di vendita, ospitiamo un ampio scaffale destinato ai prodotti sostenibili (e di qualità), verificati sui parametri standard del rispetto ambientale.

Tra le proposte di Jungle, troviamo le posate – di bamboo, CPLA e legno naturale – e i piatti delle linee “Stone” e “Diamond”, realizzati in Pulp.

Compaiono accessori in carta biodegradabile o legno compostabile (tovaglioli e fingerfood tools), bicchieri, coppette e cannucce in carta e PLA, oltre a contenitori per take away in Pulp.

Materiali ecocompatibili

Il Pulp è un materiale realizzato con le fibre di scarto della lavorazione della canna da zucchero e innerva le trame di contenitori realmente ecologici, per provenienza, biodegrado e compostabilità.

Il PLA deriva dalla lavorazione dell’amido di mais – naturale e rinnovabile – e, se viene correttamente gestito, risulta degradabile e ottima base per il compost. È un polimero termoplasmabile, che sostituisce molti prodotti plastici.

Il CPLA è un mix di PLA e altri materiali biodegradabili (come la barbabietola da zucchero), capace di una termoresistenza non indifferente.

Funzionalità e stile

I materiali per le bevande calde sono resistenti ad alte temperature (fino a 80°) e i contenitori si rivelano adatti al congelatore, al microonde e al forno tradizionale (fino a 110°).

I piatti

Forme naturali di rocce per i piatti “Stone” di Jungle – by Jungle

Studi ergonomici ne garantiscono la funzionalità e un design dal segno intrigante regala alla tavola cornici suggestive.

I piatti Stone riproducono le forme naturali delle rocce, su linee minimal, delicatamente incurvate, mentre i Diamond compongono geometrie singolari, di grande pulizia.

I prossimi passi

La scelta di commercializzare prodotti come le proposte Jungle, è un passo sul percorso di sostenibilità che andiamo perfezionando.

I piatti

Design a linee geometriche dei piatti “Diamond” di Jungle – by Jungle

Materiali ecocompatibili in Cidac vorrebbe essere il primo articolo di una serie, in cui condividere con voi le novità green più interessanti.

Nel frattempo, visto che abbiamo parlato di prodotti destinati alla tavola, vi segnaliamo anche la pagina del nostro sito dedicata alla cultura alimentare.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *