La carne valdostana

Il Banco AREV Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

La carne valdostana sul Banco AREV Gros Cidac @ E. Bredy

La carne valdostana è il tema portante di quest’articolo, redatto con il materiale offerto dall’AREV (Associazione Regionale degli Allevatori Valdostani).

L’acronimo è costruito sulla traduzione francofona dell’intestazione (Association Régionale Eleveurs Valdôtains) e sigla le attività di un’organizzazione di antica tradizione.

Un riferimento storico

A metà ottocento, in Valle d’Aosta, esistevano le Comices Agricoles, associazioni finalizzate al miglioramento delle razze locali e alla promozione degli allevamenti.

L’AREV, che aderisce all’associazione nazionale (AIA), ne ha poi ereditato gli obiettivi e supporta il settore zootecnico regionale.

Prodotti a kilometri zero

I bovini al pascolo Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine di bovini al pascolo @ carnevaldostana.arev.it

I prodotti dell’associazione s’incardinano su 2 filiere produttive: latte e carne e arricchiscono il set di proposte a “kilometri zero”, che Cidac offre ormai da anni.

il latte

La filiera del latte ha potuto contare sul prestigio del più importante prodotto caseario locale: la Fontina, affiancata da Fromadzo DOP, burro, reblec, brossa, séras, salignon, toma, formaggio di capra e di pecora.

focus sulla carne

Negli ultimi tempi, le iniziative AREV hanno dato linfa vitale alla filiera della carne, che ha raggiunto nuove sfere di consumo.

Una vista del Banco AREV Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Prospettiva del banco AREV Cidac @ E. Bredy

Mocetta (carne essiccata e aromatizzata), saouseusse (carne trita trattata e stagionata), fricandeau (noce di vitello a pezzetti arricchita da verdure, erbe e vino e accompagnata dalla polenta), tagliata e costolette sono solo alcune tra le proposte gastronomiche collegate.

La carne valdostana: qualità certificata

La carne valdostana viene selezionata, garantita e perciò registrata all’anagrafe ufficiale della regione.

È il derivato di un approccio all’agricoltura attento e rispettoso dell’ecologia, anche nelle fasi d’innovazione tecnologica e organizzativa.

Attenzione alla fisiologia degli animali e utilizzo consapevole di pascoli contenuti ma speciali sono le coordinate a cui s’attengono gli allevatori.

La cover di una video ricetta Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Fotogramma videoricetta S. Duroux @ carnevaldostana.arev.it

Esiste anche un importante indotto legato al trattamento delle carni, che segue fasi di lavorazione sperimentate, in locali freschi e ventilati, con materie e aromi di pregio.

La comunicazione

L’AREV informa i consumatori attraverso le piattaforme del web (il sito internet e la pagina facebook in primis) ed è protagonista di un progetto internazionale come l’Eat Biodiversity, finalizzato alla valorizzazione di carni autoctone delle regioni alpine.

Chi desiderasse approfondire le ricette della tradizione, può piacevolmente fruire dei video online.

Il nostro ipermercato, nel reparto macelleria, ha spazi dedicati ai prodotti AREV, caratterizzati da un’ampio ventaglio di scelte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *