Modelaine festival della lana

Manifesto Modelaine Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Dettaglio del manifesto di Mo’delaine 2021 – @Les Tisserands

Oggi scriviamo per anticipare l’apertura di Modelaine festival della lana. La manifestazione, dal titolo già parzialmente esplicativo, si terrà a Valgrisenche, il 4 e il 5 di settembre.

Modelaine festival della lana – l’evento

Come recita la sezione informativa della pagina ufficiale Facebook:

L’evento è nato dal desiderio di avvicinare il pubblico alla materia prima lana, al suo valore e le sue potenzialità, di far conoscere e comprendere la sua filiera di trasformazione e di come si possano creare differenti prodotti e farne diversi usi.

Inquadrato nell’asse e nel fondo europeo Interreg – Alcotra – ExplorLab, Modelaine prevede un convegno, una conferenza e diversi laboratori. Il tutto si muoverà nel contesto di una fiera dedicata, con visite guidate e dimostrazioni.

Il programma

Tosatura delle pecore Rosset Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Una fase della tosatura dell pecore (anno 2019) – @Les Tisserands

Il filone culturale che avvolge il mood d’esplorazione della lana prenderà corpo nel convegno “Lana – il grande intreccio” e nella conferenzaIl lupo e la pecora: esempi di convivenza“.

Entrambi previsti in prima giornata, esploreranno i temi legati alla produzione e alla tutela della biodiversità e dell’ambiente.

I laboratori

Sabato sarà possibile assistere a un laboratorio di knitting (lavorazione a maglia), mentre domenica saranno accessibili momenti dimostrativi di rammendo creativo su tessuto e su maglieria.

Itinerario di visita

La fiera “Sul filo di lana” verrà inaugurata nel secondo giorno e si svilupperà come sinestesia sensoriale tra i prodotti locali del tessile e della gastronomia.

Il percorso sarà arricchito da visite guidate ai tesori della Valgrisenche e da una dimostrazione delle fasi lavorative del prodotto, intitolato “La filiera della lana si racconta …”.

Lavorazione della lana Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

La lavorazione della lana al telaio – @Les Tisserands

L’esposizione “Lo drap: l’anima tessile di una comunità”, presso l’atelier Les Tisserands, competerà il quadro della manifestazione.

Il festival si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-covid e, per questo, è possibile prenotarsi per i singoli eventi scrivendo a modelaine.valgrisenche@gmail.com.

Les Tisserands

L’organizzazione di Modelaine (o, per la precisione, Mo’delaine logo ufficiale), giunge alla sua terza edizione e, ancora una volta, fa capo alla  cooperativa Les Tisserands, con sede proprio nel capoluogo di Valgrisenche.

Design fashion Les Tisserands Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Un capo fashion realizzato da Les Tisserands – @Les Tisserands

La cooperativa viene da una lunga tradizione di tessitura a telaio (più di 50 anni). L’icona della sua produzione è il Drap (dal termine francese che sta per “panno”), un tessuto di pura lana, caldo e robusto, che, nel tempo, ha sviluppato una precisa identità fashion, per i colori e i motivi geometrici.

Realizza capi d’abbigliamento e complementi d’arredo, impreziositi da campiture in toni e mélange inconfondibili, figli di una storia antica che sa rinnovarsi.

Una filiera a km 0

Les Tisserands appartiene al set dei fornitori Cidac che scelgono la filosofia dei kilometri zero. Tutela e la valorizzazione della lana locale – quella delle pecore Rosset – s’incardinano infatti su un corretto sostegno economico agli sforzi degli allevatori.

Queste proposte sono in esposizione presso le isole dedicate ai prodotti valdostani, nella nostra area di vendita.

La pecora Rosset – caratteristiche

Parliamo di pecore di taglia media, con un peso che varia dai 45-50kg (per le femmine) ai 55-60kg (per i maschi). Sono esemplari con una testa ben proporzionata, un profilo rettilineo e orecchie strette e corte.

Prodotti Les Tisserans in Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagini dei Prodotti Les Tisserands in Cidac – scatti E.Bredy

Hanno un aspetto particolare per le macchie fulvo rossastre attorno agli occhi, sul musello e alle estremità degli arti. Il vello mostra toni bianco sporco, con bioccoli (fiocchi di lana) di media lunghezza, che avvolgono quasi completamente l’animale.