Materiale scolastico e suggestioni del rientro

Matite colorate Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

La suggestione delle matite colorate – ph. di Mr Gajowy3 by Pixabay

Il nuovo anno scolastico si fa sempre più prossimo. Per questo abbiamo pensato di condividere un mood: materiale scolastico e suggestioni del rientro.

Le dinamiche della pandemia di covid-19 hanno tenuto lontani i più giovani per molti mesi e la DAD (Didattica a Distanza), al di là dell’impegno di tanti, non poteva sostituire l’effetto “immersivo” della presenza.

Augurandoci che non si debbano ripetere dinamiche così drastiche, abbiamo scelto di condividere con voi sensazioni che appartengono a un patrimonio comune.

Materiale scolastico e suggestioni del rientro – ricordi

Materiale scolastico Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Rientro e materiale scolastico – ph. Katerina Holmes by Pexels

Chi non ricorda l’emozione della sua prima cartella o del suo primo zainetto? O il contatto delle dita con i materiali appena acquistati?

Per molti, le matite colorate, i quaderni intonsi, gli astucci e gli album da disegno si sono rivelati un ponte quasi indispensabile tra le dinamiche di gioco e lo studio.

La scuola, soprattutto per chi affronta le prime fasi di quel nuovo percorso, è intrisa di carichi emozionali molto intensi.

La pedagogia spiega che l’empatia, l’intelligenza emotiva – e persino il “pensiero laterale”, quello che trova brillanti scorciatoie per la soluzione dei problemi – vengono stimolati sin dai primi contatti con l’ambiente scolastico.

Il materiale scolastico veicola emozioni

Il materiale scolastico evoca immagini e rimandi, colori e sfumature, sensazioni tattili e sinestetiche, che diventano un utile supporto, in un cambio di velocità non sempre gradevole.

Ovviamente, la professionalità degli insegnanti e dei manager delle strutture scolastiche è fondamentale, così come un pizzico di fortuna nell’accedere a una “comfort zone”.

Qui non vogliamo sopravvalutare il ruolo degli oggetti, ma porre l’attenzione su una scelta oculata (e condivisa con bambini e ragazzi) di accessori che li seguiranno per mesi.

Oggetti e percezioni
Bambino che disegna Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Un bambino che disegna – ph. Sarah Dietz by Pexels

Facciamo qualche esempio. I quaderni, o, almeno, le loro copertine, devono essere scelti dai bambini: è l’estetica che cattura i loro sguardi, mentre le righe o i quadretti coinvolgono anche i genitori.

La scelta delle matite apre un vero e proprio universo; le mine morbide aiutano i più piccoli a tenere in mano uno strumento usato, fino a quel momento, solo per disegnare.

Anche le matite colorate devono avere mine morbide, per non costringere i bambini a caricare il gesto e il tratto. Le lacche di rivestimento li aiutano nelle scelte e li accompagnano, progressivamente, verso i colori più scuri della grafia.

Quaderni

Una risma di quaderni – ph. Kindel Media by Pexels

È meglio un astuccio molto organizzato, quasi una scatola di utensili, o un involucro che mescola i vari oggetti? La scelta è personale, alcuni preferiscono usare il tatto per trovare qualcosa, altri mappare le opzioni.

Il famoso giornalista americano Sydney J. Harris diceva:

Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre.

È un salto difficile, che richiede ottimi insegnanti, contesti ben organizzati e, perché no, “attrezzi” gradevoli.

Il diario

Il diario è un oggetto decisamente più complesso; oltre a costituire uno strumento di dialogo tra scuola e genitori, diventa un raccoglitore di pensieri e suggestioni.

Qualcuno preferisce un diario neutro, che personalizzerà nel tempo, altri un diario legato a mondi immaginari (dai fumetti, ai cartoni, fino alle fiction), per accennare una sorta di scenografia nel percorso scolastico.

Accessori creativi

Blocchetti di post-it, gomme, colla, forbici, evidenziatori e temperamatite sono elementi solo apparentemente marginali del set dell’alunno, perché mantengono un filo di collegamento con la creatività più istintiva.

Isola materiale scolastico Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Una delle isole di materiale scolastico allestite in Cidac – ph. E.Bredy

Il grande Pablo Picasso diceva:

Tutti i bambini sono artisti nati. La difficoltà sta nel restarlo da grandi.

Le nostre proposte

Nell’area di vendita del nostro ipermercato, abbiamo allestito diverse isole dedicate al materiale scolastico e pensate per le diverse fasi del percorso formativo.

Le nostre scelte non sono nate solo in ottica commerciale. Abbiamo cercato di creare un mix equilibrato di tradizione e innovazione, poesia del colore e praticità dell’oggetto.

Saremo sempre pronti ad accogliere i vostri suggerimenti.

Buona ripresa scolastica a tutti!