I prodotti a km 0 di OrtoVdA

Ortofrutta Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Attività degli addetti all’ortofrutta Cidac – ph. di E. Bredy

I prodotti a km 0 di OrtoVdA sono i protagonisti di questo nuovo articolo, in linea col mood, già più volte espresso, di valorizzazione dei prodotti locali.

Lo scorso 21 febbraio, 13 aziende agricole hanno dato vita, in qualità di soci fondatori, a un nuovo marchio-logo, che richiama la produzione valdostana nel settore ortofrutta.

OrtoVdA – fondazione e presentazione

Il presidente del nuovo soggetto, Alessandro Neyroz, docente storico dello IAR (Institut Agricole Régional), ha riunito quei produttori, per lo più ex-allievi, sotto l’acronimo OrtoVdA.

A causa della pandemia, il nuovo soggetto è stato presentato solo il 20 settembre, in una conferenza stampa tenutasi allo IAR, scelto come sede di riferimento e innesco di sinergia virtuosa tra studio e produzione.

Produttori OrtoVdA Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Foto di gruppo dei produttori di OrtoVdA – @N. Grange PiùPress

All’evento erano presenti, tra gli altri, l’assessore Davide Sapinet (dicastero dell’Agricoltura e Risorse naturali della regione), René Benzo, presidente dello IAR e Francesca Madorno, ricercatrice dell’Istituto.

OrtoVdA – il consorzio

OrtoVda offre assistenza tecnica e armonizza le politiche di produzione e prezzo degli associati, promuovendo le filiere locali, vera garanzia di continuità rispetto al mercato.

Il disciplinare consortile ha un titolo decisamente evocativo: La terra che nutre. Sancisce i principi da rispettare e le tecniche di coltivazione, che riprendono la tradizione agricola valdostana.

Il consorzio garantisce controlli di qualità interni e non ha scopo di lucro; sono i singoli produttori che gestiscono le fasi di commercializzazione.

Conferenza di presentazione OrtoVdA Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine della Conferenza di presentazione di OrtoVdA allo IAR – @N. Grange PiùPress

Il marchio raccoglie solo alcuni produttori, ma si propone a tutti gli operatori del settore, che possono presentare domanda di adesione.

I prodotti a km 0 di OrtoVdA

OrtoVdA traccia un percorso che s’allinea ai ritmi della natura e alla valorizzazione del territorio. Frutti e ortaggi ne raccolgono intensità e aromi, convogliandoli nei gusti e nelle sensazioni.

Il clima valdostano limita le patologie delle piante e i terreni, ricchi di minerali, offrono apporti nutritivi importanti.

Le produzioni ortofrutticole di OrtoVdA s’ispirano a coordinate chiave, come l’attenzione alla salute, alla stagionalità e all’ambiente.

Ortaggi e frutta ricevono pochissimi trattamenti, in qualche caso nessuno. Massimo è il rispetto del calendario naturale della terra e delle rotazioni colturali – che prevengono le malattie – e costante l’attenzione alla fertilità dei terreni

Marchio OrtoVdA in Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Il marchio OrtoVdA nel reparto ortofrutta Cidac – ph. di E. Bredy

La scelta di raccogliere i prodotti al mattino, per facilitare i consumi in giornata, completa il quadro di ecosostenibilità del progetto, visto che minimizza o elimina il trasporto e la conservazione.

I prodotti a km 0 di OrtoVdA – le filiere

Nel 2021 è stata disegnata una filiera di fragole capace d’immetterne sul mercato importanti quantitativi. Altra filiera in divenire è quella delle patate, per cui il consorzio ha già ordinato un vasto novero di sementi.

OrtoVdA e Cidac – un binomio e una proposta

Nel reparto ortofrutta del nostro ipermercato, OrtoVdA ha trovato una naturale collocazione, aiutandoci a perseguire la politica a km 0, più volte ripresa dalle pagine del blog.

Questo nuovo incontro tra produzione e proposta commerciale nasce proprio per offrire ai nostri clienti i doni del territorio valdostano, in ottica di maggior continuità e qualità garantita.

Banchi del reparto ortofrutta Cdac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Particolari dei banchi dell’ortofrutta Cidac – ph. di E. Bredy

Ringraziamo Nathalie Grange, dell’agenzia PiùPress, che ci ha fornito parte del materiale fotografico e documentale.