Tre novità editoriali

Novità letterarie Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

La piacevole ricerca di novità letterarie – ph. Ahmad Ardity by Pixabay

Il 2022 arricchisce la nostra libreria interna con nuove proposte di lettura; abbiamo scelto per voi tre novità editoriali in particolare.

Si tratta del romanzo “Violeta” di Isabel Allende e delle opere in giallo “Le ore più buie” di Michael Connelly e “Le ossa parlano” di Antonio Manzini.

Tre novità editoriali – Violeta

(dal 03 febbraio – 20,00 euro)

Edito da Feltrinelli, per la collana “I narratori”, racconta la storia di Violeta del Valle, donna centenaria che attraversa tutto il secolo scorso. Prima figlia dopo cinque fratelli, nasce in Cile, tra gli echi della prima guerra mondiale, mentre il sudamerica viene raggiunto dall’influenza spagnola.

Violeta di Isabel Allende Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine della copertina di Violeta di Isabel Allende – @Feltrinelli

Il padre saprà proteggere la famiglia da quelle fasi terribili, ma lo stile di vita del gruppo subirà l’impatto della grande depressione, a fine anni ’20. Violeta si ritirerà, con i consanguinei, in una regione selvaggia, eppure bellissima, del paese.

Il romanzo percorre la sua crescita e ci presenta il suo primo pretendente. L’intera storia assume la forma di una lettera alla persona più amata dalla protagonista, con uno scritto intriso di tormenti amorosi e tresche, povertà e ricchezza, gioia e sofferenza.

L’autrice

Isabel Allende è una scrittrice e giornalista cilena, che ha ottenuto la cittadinanza statunitense. Appartiene al novero degli esponenti più noti della letteratura ispanoamericana del nostro tempo e, nel 2014, è stata insignita della Medaglia Presidenziale della Libertà.

Tre novità editoriali – Le ore più buie

(dal 01 febbraio – 19,90 euro)

Non è la notte a metterti in pericolo. È ciò che si nasconde nell’oscurità.

Pubblicato dalle edizioni Piemme, è ambientato a Hollywood, nella sera di Capodanno del 2020. Il contesto è caotico, per la concomitanza tra la pandemia di Covid-19 e gli scontri legati al movimento Black Lives Matter.

Le ore più buie di Michael Connelly Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Foto della copertina di Le ore più buie di Michael Connelly – @Piemme

Le persone cercano di lasciarsi alle spalle l’anno appena trascorso. In quel mood troviamo anche la detective Renée Ballard; lei però non può rilassarsi, perché una coppia di stupratori seriali – noti come “gli Uomini della Mezzanotte” – semina il terrore da settimane.

Durante il turno di notte, Renée si ritrova sulla scena di un delitto: un uomo colpito alla testa da uno sparo. La donna intuisce subito che il proiettile non è casualmente precipitato dal cielo, per gli spari che hanno accompagnato i festeggiamenti.

Riesce a collegare l’accaduto a un caso di omicidio irrisolto, su cui aveva lavorato con l’ex detective Harry Bosch, con cui torna a collaborare, ricostituendo una coppia ben nota ai lettori di Connelly.

L’autore

Michael Connelly è uno scrittore e giornalista americano, autore di crime story di grande successo, tradotte in 40 lingue. Nel tempo, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Raymond Chandler Award.

Tre novità editoriali – Le ossa parlano

(dal 13 gennaio – 15,00 euro)

Edito da Sellerio, per la collana “La memoria”, rappresenta un nuovo capitolo del percorso di Rocco Schiavone, l’ormai celebre personaggio creato da Manzini, magistralmente interpretato da Marco Giallini nella fiction TV.

Le ossa parlano di Antonio Manzini Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine della copertina di Le ossa parlano di Antonio Manzini – @Sellerio

Un medico in pensione rinviene, in un bosco, delle ossa umane, appartenenti al cadavere di un bambino. Michela Gambino, medico della scientifica di Aosta, attribuisce quella morte a uno strangolamento avvenuto anni prima.

L’indagine riconduce a un nome: Mirko, scomparso e mai ritrovato, nonostante le incessanti ricerche della madre e delle autorità.

Il vice-questore Schiavone si mette in moto con un sentimento di compassione, misto al disgusto per un delitto che pare prendere le mosse da un mondo oscuro, che usa un linguaggio criptato.

Rocco è coadiuvato dai soliti collaboratori – Antonio, Italo, Casella, Deruta, D’Intino, più la coppia di esperti del laboratorio. Nel frattempo, si evolvono le storie di tutti i personaggi e ricompare il fantasma di Marina, la moglie uccisa di Schiavone.

È stata definita l’indagine più crudele di Rocco Schiavone, perché la solitudine della giovane vittima rafforza il pessimismo cosmico del protagonista, mentre le vicende quotidiane assumono caratteri di futilità.

L’autore
Libreria Cidac Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Uno scatto fotografico della libreria interna Cidac – ph. di E.Bredy

Antonio Manzini, attore, sceneggiatore, regista e, naturalmente, scrittore, ha un profilo piuttosto variegato. Ha lavorato con artisti del calibro di Gabriele Salvatores e creato, con Rocco Schiavone, un personaggio letterario di grande spessore, spesso accostato al Montalbano di Camilleri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *