Yoga in montagna

Pratica Yoga in montagna Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Pratica dello Yoga in montagna – ph. di Karina Carvalho by Pixabay

Oggi vi parliamo di pratica yoga in montagna. Lo scorso 11 giugno ha avuto inizio la rassegna Yoga Mountain Days, organizzata da Vda Yoga, che ha vissuto la sua prima tappa a Champoluc.

I prossimi 5 incontri, che avranno luogo fino al 23 luglio, raggiungeranno le località di Morgex, Courmayeur, Rhêmes-Notre-Dame, Rhêmes-Saint-Georges e Checrouit Courmayeur. L’obiettivo è quello di accostare la pratica Yoga ai patrimoni culturale e territoriale della Valle d’Aosta.

Lo Yoga

Dichiarato Patrimonio Unesco nel 2016, lo Yoga non è solo una pratica fisica per iniziati, ma si propone a tutti, per svelare i vari aspetti di una filosofia millenaria, nata per coniugare mente, spirito e autocoscienza progressiva.

Esercizi Yoga in montagna Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine di esercizi Yoga in montagna – ph. Goda Kupryte by Pixabay

Yoga è un termine sanscrito molto antico, che compare nei racconti su Shiva. Col nome del primo maestro yogiMatsyendra – si lega alla suggestiva ipotesi che un pesciolino, ascoltando le parole del dio, abbia nuotato tanto a lungo, da compiere un percorso evolutivo che l’ha condotto fino alla forma umana.

Lo yoga, come la meditazione, si propone di osservare il ‘moto ondoso’ degli stati mentali, per calmarli e convogliarli verso l’armonia del sé.

La pratica dello Yoga

L’aspetto più conosciuto della disciplina sono gli esercizi posturali e di respirazione, in sequenze di difficoltà progressiva.

Mediazione e grandi orizzonti Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Meditazione e contemplazione di grandi orizzonti – ph, Kon Zografosby Pixabay

Ha effetti positivi sulla plasticità e l’autopercezione del corpo, sulla dinamica respiratoria, sul sistema cardiovascolare e sul benessere degli organi interni.

Può stimolare l’efficienza del sistema immunitario e ridurre lo stress, corroborando il sistema nervoso e supportando la memoria e le fasi di concentrazione.

Combatte bene i disturbi del sonno e agevola il flusso e l’equilibrio delle energie interiori. È però importante non forzare i propri limiti e accostarsi per gradi alle componenti fisiche della pratica.

Yoga in montagna

L’estate crea le condizioni ideali per praticare lo Yoga all’aria aperta. È naturale pensare a un accostamento tra Yoga e ambiente di montagna, già normalmente percepito come uno spazio adatto alla liberazione dello spirito, supportato dall’energia della terra.

Fusione tra Yoga e montagna Blogzine Cidac groscidac.eu/blog

Immagine di fusione tra Yoga e montagna – ph. vined mind by Pixabay

L’ascesa in quota, l’aria pura, il silenzio e la percezione di grandi orizzonti può essere un’ottima metafora del percorso di crescita interiore tipico dallo Yoga, creando una sinergia sicuramente efficace.

La montagna può favorire il distacco mentale dai ritmi frenetici della quotidianità, preparando il terreno agli esercizi dello Yoga e lo Yoga può amplificare quell’effetto.

Alla sera, la distanza dall’inquinamento luminoso può favorire la visione della trama fantasmagorica delle stelle, in un gioco di rimandi tra il contatto col e la partecipazione alla grandezza dell’universo.

L’associazione VDA YOGA

VDA YOGA è un’associazione professionale valdostana, con sede a Courmayeur, che mira a condividere gli insegnamenti e la pratica dello Yoga.

S’avvale della collaborazione di formatori, appassionati e praticanti e organizza eventi, corsi e seminari in varie località della regione.

Potrete reperire informazioni dettagliate sulla sequenza degli Yoga Mountain Days e sui programmi relativi consultando la pagine dedicata sul sito web VDA YOGA.